Venerdì 7 settembre 2018: Scopri tutti gli artisti presenti

**l’elenco degli artisti è in continuo aggiornamento**
Dalle 21.00 circa alle 23.00 circa, per il centro storico di Cantalupo in Sabina, ogni via è di un colore diverso, ogni colore è un’arte!

Tutte le serate di ARTEr.i.e. (prima dell’ormai famoso e scaramantico “cerchio” di Piazza Camuccini) saranno aperte alle ore 21:00 da un gruppo di percussionisti: stasera sarà il turno dei Kirimba

LiLith Resinart & NDC ART; opere ed oggetti in resina (https://www.instagram.com/lilith_resinart/)
Federico Di Donato;  “Discesa nell’io”, raccolta di fotografie volta a rappresentare varie sfaccettature dell’io, una serie nella quale ogni immagine è a sé, ma al contempo l’una è legata all’altra dalla presenza di una forte componente umana (https://www.instagram.com/didonatofederico/)
Emiliano Biagioli; “ArteEmi” arte, esposizione a colori (www.arteemi.it)
Fotografi sgangherati; “Untitled”, foto e fotoritocco
Walter Marchegiani; opere eseguite in varie tecniche artistiche, riproduzioni in stile accademico di lavori dei Maestri del passato, ritratti e scorci paesaggistici della Sabina e non (Walter-Marchegiani-Artist)
Faustino Roncoroni; “Studio in piazza”, disegno dal vero e tatuaggi con materiali dimostrativi
Josephine e la scuola dei burattini (https://www.facebook.com/teatrodifigura/)
Andrea Canolintas; “Ti disegno un fumetto”, visione lavori in book, carta , penna, calamaio, fumetti, e un bel salottino per non far stancare le groupies (https://www.facebook.com/Andrea-Canolintas-294865410714781/)
Franco Di Maulo, “Come nasce una favola”
Vanessa Nofroni, “Momenti di vita campestre”
Michela Ciani, “L’inizio di un sogno” (https://www.facebook.com/liniziodiunsogno/)
Richard Burel, pittura dal vivo (https://www.facebook.com/burelartbath.art)
Ivan Dominicis

Piazza Rappaini ospita
Mauro De Luca,
“Dalla pittura al fumetto” (www.scuolaromanadeifumetti.it/docenti/mauro-de-luca/)
Autore della locandina di ARTErie 2018

Docente per la scuola Romana di Fumetto, ha collaborato come fumettista e illustratore per le più grandi case editrici italiane. Nell’editoria libraria pubblica come illustratore per De Agostini, Panini, Telemaco, Mondadori, Curcio, Giunti e Dami. Collabora con diversi giornali e riviste tra cui: “La Repubblica”, “Il Messaggero”, “Il Manifesto” e “Max Italia”. Nel settore pubblicitario lavora con numerose agenzie come Saatchi & Saatchi, J.W. Thompson, McCann-Erikson e Studio Più. Per il cinema lavora con le case di produzione Sayer Production, Titanus, Cineteam. Inizia a pubblicare fumetti per l’Editoriale Eura. Ha esposto dipinti e sculture in varie mostre collettive e personali e lavora principalmente per il mercato francese dei fumetti. Collabora con Les Humanoides Associés alla serie “Soltrois” e sono suoi i disegni dei volumi “Sian Loriel”, per l’editore Le Lombard e “Carthage”, pubblicato da Soleil. Per Lo Scarabeo Editore ha realizzato la serie di illustrazioni “I Tarocchi delle Sirene”.

NEL CENTRO STORICO

Laboratorio IN.corpo.RARE in Insostenibile leggerezza dell’essere
Esibizione frutto del lavoro fatto durante il laboratorio di ARTEr.i.e. Campus

Uscite di Emergenza in Imprinting
Regia e coreografia: Davide Romeo
Danzatori: Michael Pisano, Arianna Rinaldi, Marco Cappa Spina
“Esporsi non sarà più la stessa cosa”
L’imprinting è un particolare tipo di apprendimento per esposizione, presente in forme e gradi diversi in tutti i vertebrati. Serve a fissare una memoria stabile delle caratteristiche visive degli individui da cui si verrà allevati. La parola “imprinting” deriva dall’inglese “imprint” (impronta) ed è stata coniata da Konrad Lorenz per definire una particolare modalità di apprendimento che può avvenire solo nelle prime ore (entro le 36 ore circa) dopo la nascita. Esso rimane legato sia alle informazioni che il nuovo nato riceve dal mondo esterno sia alla predisposizione genetica, con una sorta di “finestra” temporale durante la quale il suo sistema nervoso è sensibile a “stampare” l’immagine del genitore o di chi viene riconosciuto come tale. Ogni volta che ci permettiamo di rinascere un nuovo imprinting ci cattura. Un esperienza irreversibile. La danza racconta proprio quella “finestra” temporale come un viaggio onirico in cui i corpi non hanno un’identità precisa e si muovono in quella dimensione temporale che non segue alcun ordine né logico né cronologico, immerso in un’atmosfera surreale. Un viaggio che inizia con una nascita, e procede in un lasso temporale capace di creare immagini effimere e sensazioni fugaci. La performance risveglia i nostri imprinting sensoriali per trasportare il performer e chi lo segue in una fase sensibile, capace di poter stampare nel proprio modo di vivere l’esperienza immagini suoni contatti e movimenti. La capacità di creare legami di sequela e la dispnibilità ad esporsi sono i concept fondamentali di un lavoro in continua evoluzione. Esporsi non sarà più la stessa cosa.

Alessio Giuffrida in Requiem
Far fronte ad una perdita fisica, umana, o puramente ideale, é una sconfitta. Lasciarsi abbandonare all’emozione é un rito di passaggio per tutti

Iuvenis Danza in TIME-LESS
Greta Bragantini, Benedetta Cordioli, Monica Zanotti, Alessandra Piano, Samar Khorwash
Scopo della performance è ricercare l’unione del movimento con l’architettura circostante, verificare come essa possa cambiare e rinascerein base a ciò che ospita e alla relazione che ne scaturisce. Abitare il tempo, stare, muoversi nello spazio. Spazio come agorà, luogo di passaggio, un ovunque di attraversamento, incontro, scontro, territorio di rituali e codici di comunicazione. (https://www.facebook.com/IuvenisDANZA/)

Sottosopra in Pettegolezzi
Con Jessica Piersanti

IN PIAZZA GARIBALDI
ASD C.A.O.S.
Esibizioni di ginnastica artistica e ritmica

ASD life di Carol Cristofari
Estratti

RiesgoDeTango di Emiliano Naticchioni in Il Cammino del Tango – Un sogno Invisibile
Scuola di Tango Argentino a Roma che organizza Eventi Sociali, è lieta di invitarvi alla Nuova Performance Di Tango Argentino e Folklore. Lo scopo di questo evento è quello di condividere momenti artistici, divertirsi tutti insieme, far emergere in tutti i partecipanti le proprie risorse espressive, creative, infatti il Tango Argentino principalmente è un ballo Sociale e attraverso questi eventi cerchiamo di suscitare e mantenere vivo l’interesse per una danza portavoce dei valori originari. (https://www.facebook.com/RiesgoDeTango/)

 

Mama school dance & Associazione culturale Zio Albert Production in “Pillole di Cabareti Tragico” 
da Opera panica di Alejandro Jodorowsky
Teatro dell’assurdo e cabaret, comico e tragico, simbolismo e realismo, una sequela di fuochi d’artificio in un mosaico indisciplinato. L’insieme delle scene presenta uomini e donne con le loro contraddizioni e le loro debolezze, in situazioni caratteristiche e surreali della vita. L’umanità, alla ricerca della felicità, viene messa a nudo in modo straniante, dando vita ad un componimento assurdo, simbolico e potente che arriva direttamente allo spettatore. I personaggi delle scene sono composti da categorie universali: ottimisti, pessimisti, instabili, prigionieri, innamorati. E’ un’umanità tragicomica, grottesca, disperata, cinica, violenta che rende questo testo senza tempo.

 

CONTRASTO 
Provenienza: Fabrica Di Roma (VT)
Titolo proposta: “L’età del niente” (presentazione nuovo disco)
Genere: Pop / Rock

THE RAVE
Provenienza: Rignano Flaminio (RM)
Titolo proposta: “The Rave Live”
Genere: Indie Rock, pezzi propri

CLAUDIO SERRANO & THE WOPS
Provenienza: Roma
Titolo proposta: “Claudio Serrano & the Wops”
Genere: Folk (acustico)

MANI

The Three Sisters
Giovanna Somai (pittura), Stefania Vastano (letteratura), Valeria Prantera (laboratorio)
Flow
Lettura di un brano di Virginia Wolf, pittura estemporanea e laboratorio per grandi e piccini

Filippo Agostino
1967/1976: un decennio di passione politica fra parole musica, cinema e poesia. I tre segmenti sono sull’apartheid, sul ’68, sulla musica rock progressive italiana. A vederla così sembra strana ma si mantiene nell’alveo del libro che ho scritto, La fine di Marx.

 

Proiezione del cortometraggio/videoclip “Houses” di Antonio La Camera
Videoclip ufficiale della band Søren
Directed, written and edited by Antonio La Camera
Starring Lisa Granuzza di Vita  and Toni Pandolfo
DOP: Andrea Benjamin Manenti
Assistant director: Fabrizio Condino
Steadicam operator: Emilio Maria Costa
Camera assistant: Germano Evangelisti
Production manager: Maichel Joseph Marchese
Makeup artist: Francesca Feligini
Title designer: Marta Dessì
Produced by Matteo Gagliardi
Soren is Matteo Gagliardi and Flaminia Capitani
Durata: 6′ 25”

Proiezione del cortometraggio “Pensione Giovani” di Jacopo Testone
Regia di Jacopo Testone e Ciro Zecca
In collaborazione con il Liceo Scientifico Plinio Seniore di Roma

Durata: 18`
I ragazzi più cattivi di un istituto ricevono un pensionamento anticipato

 


Antonio Sciamanna
giocoleria e arti di strada

Piero Il Clown

Mago Giak

Il Grande Renzetti
Segreti in valigia
Contiene più segreti la borsa di una donna o la valigia si un mago?

Sfilata di abiti di riciclo con danza del ventre a cura di Gregorio Maria Mattei

Coro di Violini

 

E dalle 23.00… Assisti agli eventi finali!

VAI ALL’8 SETTEMBRE
TORNA AL 6 SETTEMBRE