Dove


Visualizzazione ingrandita della mappa

ARTEr.i.e. – Rassegna di Ipotesi espressive nasce e si propaga da Cantalupo in Sabina, un piccolo paese della Provincia di Rieti.

La struttura urbanistica di Cantalupo in Sabina è sviluppata concentricamente intorno al nucleo primitivo, ovvero al Palazzo Camuccini e alla Chiesa parrocchiale. L’espansione del centro abitato, con i suoi vicoli spaziosi, sembra essere una moltiplicazione spaziale della particolare forma ellittica della chiesa stessa. Questo sistema di circonvallazioni sempre più estese, sulle quali si aprono le Porte, costituivano le diverse cinte murarie, sino a quella più esterna (datata 1400-1500) che presenta due Porte, la Porta Maggiore, o dell’Orologio, e la Portella.

Gli abitanti, inoltre, hanno ricreato all’interno dei vicoli, anche per semplici funzionalità abitative, piazzette, balconi, scale, punti d’aggregazione, giardini, archi, che rendono suggestivo e sempre variegato il colpo d’occhio sia del visitatore sia dell’abitante stesso.

Tuttavia, vicoli e scorci resi interessanti dalle diverse successioni storiche, molto spesso sono sottovalutati o ignorati da chi ci risiede e da molti abitanti del territorio comunale. Causa di tale fenomeno può ritenersi l’interesse e l’abbandono progressivo del Centro Storico del paese verso le campagne, alla ricerca di maggiori comodità.

Negli ultimi anni c’è stata una riscoperta del Centro Storico che ha portato alla rivalutazione dello stesso attraverso vari progetti, alcuni già ultimati, altri in stato di attuazione – quali il rifacimento della facciata della Chiesa Parrocchiale, progetti regionali relativi a Piazza Garibaldi, a Palazzo Camuccini, al Velario e ai vicoli, nonché i lavori di consolidamento in seguito ai danni causati dal sisma – che hanno tenuto conto dell’ordine architettonico preesistente, senza alterare l’impatto ambientale.

È proprio all’interno delle mura che si è venuta a creare la condizione e lo scenario ideali per accogliere ARTEr.i.e.

COME ARRIVARE A CANTALUPO IN SABINA

IN AUTO

Da Roma
Prendere l’A1 in direzione Firenze. Uscire a Ponzano Soratte. Appena usciti dal casello tenere la sinistra e al termine del rettilineo (1 km circa) girare a destra ed immettersi sulla S.S. 657 “Sabina”, proseguire sempre dritti per 4 km circa, dopo la frazione di Gavignano proseguire dritti per un altro km e quindi girare a sinistra sulla S.S. 313 “Ternana” in direzione Terni. Dopo un km circa siete arrivati sotto il paese di Cantalupo.

Da Firenze
Prendere l’A1 in direzione Roma. Uscire a Ponzano Soratte. Appena usciti dal casello tenere la sinistra e al termine del rettilineo (1 km circa) girare a destra ed immettersi sulla S.S. 657 “Sabina”, proseguire sempre dritti per 4 km circa, dopo la frazione di Gavignano proseguire dritti per un altro km e quindi girare a sinistra sulla S.S. 313 “Ternana” in direzione Terni. Dopo un km circa siete arrivati sotto il paese di Cantalupo.

Da Terni
Prendere la S.S. 313 in direzione Passo Corese fino ad arrivare sotto il paese di Cantalupo in Sabina.

CON I MEZZI PUBBLICI

Da Roma
Prendere la linea Metropolitana FM1 che collega Fiumicino Aereoporto con Orte \ Poggio Mirteto. C’è quasi sempre un treno ogni 30 minuti, ed è possibile prenderlo da quasi tutte le stazioni di Roma (esclusa Termini): la linea FM1 passa per le stazioni di Roma Tiburtina, Ostiense, Tuscolana, Trastevere….

Prendere un treno in direzione Orte, oppure Poggio Mirteto. Scendere a Poggio Mirteto. Da qui dovrebbe essere possibile prendere un Autobus per Cantalupo in Sabina.

Da Orte
Prendere un treno della linea metropolitana FM1 in direzione Fiumicino Aereoporto e scendere a Poggio Mirteto. Da qui è possibile prendere un Autobus per Cantalupo in Sabina: controllate bene gli orari del ritorno!

LINK COTRAL E TRENITALIA:

– Sito TRENITALIA  [Inserire Stazione di partenza e stazione di arrivo: Poggio Mirteto]

– SITO Autobus COTRAL [Inserire, data, orario e luogo di partenza\arrivo: Da –> Poggio Mirteto Scalo [Località] a –> Cantalupo in Sabina [Località]